Perché le aziende non possono ignorare il mobile marketing

Future of mobile marketing

“Con 86 milioni di americani che oggi fanno shopping sul loro smartphone, il cambiamento di comportamento è troppo grande per essere ignorato dalle aziende, sapendo che il futuro della loro attività dipenderà da quanto bene si adatteranno al nuovo ambiente.”

Questo è ciò che ha affermato Mark Donovan, SVP (Senior Vice President) della comScore  durante una conferenza relativa ai risultati dell’ultimo Mobile Metrix 2.0, uno strumento che l’azienda offre alle imprese per studiare in maniera dettagliata il modo in cui il mobile viene utilizzato negli US. Lo studio ha rivelato che 4 utenti di smartphone su 5 negli Stati Uniti (85.900.000 in totale) ha navigato su siti di rivenditori al dettaglio dal proprio dispositivo mobile a luglio 2012. Il sito più visitato è stato Amazon, che ha avuto un pubblico di ben 49.600 mila visitatori. (QUI la tabella riassuntiva)

Ricerca libri su Amazon.it

Questi dati sono l’ennesima prova di come smartphone e tablet stiano velocemente sostituendo i pc. É stato un lungo viaggio, da telefoni con i quali si poteva solamente telefonare e mandare sms, all’avvento dell’iPhone, che ha cambiato epocalmente la definizione di cellulare. Leggiamo il giornale, aggiorniamo lo stato di Facebook, guardiamo i video su YouTube, carichiamo le foto appena scattate e perchè non fare anche la spesa allora? Perchè aspettare di arrivare a casa per andare su Amazon dal pc e acquistare il libro sul quale abbiamo messo gli occhi tornando a casa in autobus? Perché perdere 5 minuti a casa, con magari altre 100 cose da fare, quando potevamo farlo direttamente in autobus?

In vari momenti della giornata ci troviamo a non sapere come riempire il tempo: quando siamo in coda, quando aspettiamo l’autobus o il treno o magari ci stiamo proprio viaggiando, quando aspettiamo qualcuno per un appuntamento. E’ in momenti come questi che quasi inconsapevolmente tiriamo fuori dalla tasca lo smartphone e iniziamo a navigare,sottoponendoci ad un altissimo numero di stimoli, che le aziende non possono permettersi di ignorare.

Oggi ho percorso la mia solita ora in treno, e mentre scorrevo in Facebook le ultime notizie di una pagina che seguo ho letto un’interessante recensione di un libro: mi è subito venuta voglia di acquistarlo. Sono entrato su Amazon.it dal cellulare e ho controllato il prezzo, confrontandolo poi con quello dei concorrenti ibs.it e libreriauniversitaria.it, per acquistarlo poi sul sito più conveniente. Se non avessi comprato quel libro subito, me ne sarei ricordato una volta arrivato a casa? Quanto è stato determinante per l’acquisto l’aver azzerrato il tempo trascorso tra stimolo e possibilità di acquisto?

Alcune aziende lo hanno già capito e hanno ottimizzato i propri siti sia per smartphone che per tablet, ma molte altre invece ancora non ne hanno visto l’esigenza. Il mondo sta cambiando velocemente e l’adattamento è fondamentale. Non dimentichiamoci quanto amiamo i nostri telefoni: da una ricerca del 2001 è emerso che 1/3 degli americani avrebbe preferito rinunciare al sesso piuttosto che al telefono cellulare. Visto che all’epoca l’iPhone non esisteva ancora, secondo voi, quanto è questa percentuale oggi?

Fonti: 
comScore
Forbes

2 commenti

  1. morpheus78 · · Rispondi

    Reblogged this on Non Solo Web 360.

  2. Che mondi di matti!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: